Fai da Te

Letti per bambini: quale scegliere

In commercio esistono tantissime soluzioni quando si parla di scegliere i letti per bambini in quanto, nel corso degli anni, sono stati davvero innumerevoli i modelli e le soluzioni proposte.
In particolare, ciò che bisogna sempre tenere a mente quando si fa una scelta di questo tipo, è che il letto rappresenta una elemento d’arredamento assolutamente fondamentale per la stanzetta dei più piccoli e, proprio per questo, è fondamentale che esso sia scelto con molta cura ed attenzione.
A questo proposito vediamo insieme qualche soluzione interessante da poter attuare.

Letti personalizzati

Tra i letti per bambini più interessanti e particolari ci sono senza dubbio i letti personalizzati che possono donare all’intera stanza un tocco in più sicuramente non da poco. Questi, infatti, sono per la maggior parte realizzati in modo da offrire al piccolo un riscontro immediato circa un personaggio da lui facilmente riconoscibile.
Proprio per questo, solitamente, questi letti rappresentano personaggi di videogames, cartoni animati, saghe, film ecc. i quali permettono ai più piccoli di andare letteralmente a dormire insieme ai propri eroi preferiti.

Letti a castello

I letti a castello sono una soluzione in termini di letti per bambini che permette di unire letteralmente l’utile al dilettevole. Queste fantastiche soluzioni, infatti, sono particolarmente indicate per chi naturalmente ha più di un figlio e intende ottimizzare l’intero spazio andando a sfruttare anche quello verticale. Per maggiori informazioni potete consultare questo sito web: lettiacastello.net.
In questo modo i bambini hanno la possibilità di avere molto più spazio all’interno della stanza per poter giocare, divertirsi e dedicarsi alle attività che più preferiscono. In più c’è da sottolineare che i letti a castello nel corso degli anni si sono evoluti al fine di essere realizzati in modo da valorizzare ancora di più l’ambiente occupato con motivi simpatici e all’avanguardia i quali permettono anche ai più piccoli di trovarli estremamente gradevoli.

Curiosità

Le 25 leggi realmente in vigore più assurde del mondo

Conoscere la legge è fondamentale per visitare tranquillamente altri paesi; anche se non sempre queste leggi sono comprensibili. Non fatevi mai venire in mente di guidare ubriachi a San Salvador, se avete la peste non potete salire su un taxi a Londra e in Francia è addirittura vietato sposare un morto.

1. A Londra è proibito per un tassista trasportare cani rabbiosi e salme

2. Sempre in Inghilterra è proibito morire in Parlamento

3. In Francia è vietato chiamare un maiale Napoleone

4. In Australia, nello stato del Victoria è necessario un elettricista qualificato per cambiare una lampadina

5. Ad Avignone i dischi volanti non possono atterrare in città

6. In Florida non si possono avere rapporti sessuali con un porcospino

7. In Mississippi è vietato promettere a una donna di sposarla, solo per fare sesso con lei

8. In Turchia non si può prendere il brevetto da pilota se si hanno più di 80 anni

9. A San Salvador se si guida ubriachi si può essere fucilati da un plotone desecuzione

10. In Alabama è vietato guidare bendati

11. Nel West Virginia è illegale dormire in treno

12. In Libano per un uomo è vietato fare sesso con un animale solo se  maschio

13. In Texas non si possono vendere i propri occhi

14. In Svezia la prostituzione è permessa, è però vietato usufruire dei servizi forniti da una prostituta

15. Dentro le mura antiche della città di York, è legale uccidere uno scozzese, se questo è munito di arco e frecce

16. In Scozia se qualcuno bussa alla porta e richiede luso del bagno, si è obbligati a farlo entrare

17. In California non si può mangiare una rana che muore durante una gara di salto di rane

18. Nelle Samoa è reato dimenticare il compleanno della propria moglie

19. In Thailandia è vietato uscire di casa senza mutande

20. A Londra è vietato salire su un taxi se si ha la peste

21. In Francia non si può sposare una persona morta

22. Nel Regno Unito è considerato tradimento attaccare un francobollo con la testa della regina al contrario

23. In Bahrain la legge consente a un ginecologo di poter guardare gli organi genitali di una donna soltanto attraverso uno specchio

24. In Indonesia la pena per la masturbazione è la decapitazione

25. In Israele è vietato portare orsi in spiaggia

Psicologia

La fine è solo l’inizio

Precedentemente abbiamo visto quanto l’incontro con l’altro nella relazione intima abbia un effetto positivo su di noi, ci aiuta a scoprire o riscoprire degli aspetti che ci fanno sentire nuovi. Ma cosa accade quando poi la storia finisce?

Quando arriva la fine il panorama dalla finestra cambia inesorabilmente …  il tempo non passa mai, ci sentiamo rallentati,  alla ricerca del nostro ritmo senza l’altro. Nello spazio avvertiamo il vuoto, l’assenza, non sappiamo come riempirlo ora che è di nuovo solo nostro.

Ci sentiamo scarichi, spenti, demotivati, disorientati, senza equilibrio. Di nuovo coinvolti nella stessa dinamica della delusione e del fallimento, una storia vecchia che conosciamo a memoria. Seguiamo tutte le ricette e le istruzioni per il mal d’amore che ci possano far sentire meglio, ma in fondo sappiamo bene, che l’unica via d’uscita è guardare dall’unica finestra che ci può aiutare: quella che si apre su di noi!

Ma sorprendentemente è  in questo momento che iniziamo a sentirci reali. Vivi in un modo diverso. L’Amore non è fatto solo di quegli aspetti positivi che tanto ci attraggono, è pieno di sfaccettature anche spiacevoli, sentirsi reali significa riuscire a guardare ad entrambi questi aspetti, provando ad armonizzarli dentro di noi. Proprio come una musica fatta di tanti suoni diversi, ma che diventano un’unica melodia quando l’ascoltiamo.

Nelle nostre relazioni intime le prove, le tribolazioni, le ombre, le incomprensioni diventano delle potenti possibilità per modificare ciò che noi siamo. Sembra paradossale, ma è così. Soltanto quando siamo stati traditi o abbiamo tradito, quando siamo stati abbandonati o abbiamo abbandonato, ci siamo sentiti giudicati o abbiamo giudicato l’altro, quando l’altro ci ha trascurato o noi l’abbiamo trascurato, abbiamo la possibilità di diventare reali, possiamo cogliere nella loro profondità le mille sfaccettature della vita. La maschera che ci siamo costruiti ben bene crolla e di fronte noi, stavolta, possiamo vedere noi stessi per quelli che realmente siamo.

È una follia odiare tutte le rose perché una spina ti ha punto, abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perché uno è fallito. È una follia condannare tutte le amicizie perché una ti ha tradito, non credere in nessun amore solo perché uno di loro è stato infedele, buttare via tutte le possibilità di essere felici solo perché qualcosa non è andato per il verso giusto. Ci sarà sempre un’altra opportunità, un’altra amicizia, un altro amore, una nuova forza. Per ogni fine c’è un nuovo inizio.

Antoine de Saint-Exupèry, Il piccolo principe

Odontoiatria

Consigli per una corretta pulizia dei denti

Ammettiamolo: sappiamo tutti che l’immagine oggi è molto importante in vari contesti; denti sani aiutano il sorriso che contribuisce a facilitarci la vita! Il primo passo: una corretta pulizia dei denti.

Mantenere un sorriso impeccabile non comporta tanto lavoro come molti credono, semplicemente richiede disciplina. È vero che ci sono altri fattori che influiscono, come la genetica di ogni persona, la robustezza dello smalto, come sono stati trattati i denti da latte hanno, certo è che mantenere le condizioni ottimali non è poi così costoso. Tra le cose più importanti c è ovviamente il lavarsi i denti.

La domanda è: Lo facciamo nel modo più appropriato?

Lavarsi i denti almeno tre volte al giorno, è quello che ci ha detto il nostro dentista, quando eravamo bambini, è un consiglio che è stato, è e rimarrà importante. Anche dopo aver usato lo spazzolino, possiamo fare un unltimo risciacquo con i collutori che sono raccomandati per leliminazione totale di batteri.

Quante volte è bene lavarsi i denti?

In primo luogo, prima di tutto, è importante avere tutti gli strumenti che possano servire per una buona igiene orale, che permettono di effettuare una pulizia profonda:

lo spazzolino da denti con setole morbide è il primo.

Alcune persone usano spazzolini con setole troppo dure; i professionisti dello Studio Dentistico Alessandria non lo consigliano, perché potrebbe danneggiare smalto e gengive, provocando sensibilità e sanguinamento.

La scelta di un buon dentifricio che contiene fluoro, è il secondo. Ricordate che il fluoro è utilizzato per prenderci cura del nostro smalto.

Una volta che abbiamo gli strumenti per iniziare la nostra igiene orale, la forma corretta di procedere è di iniziare dalla parte esterna dei denti, quella visibile quando sorridiamo e poi, spazzolando i denti uno per uno con movimenti ascendenti e discendenti; in questo modo ci assicuriamo che la pulizia sia corretta. Poi passiamo pulire larea interna dei denti, è un po più complicato, non cè dubbio, ma la pratica rende maestri. Il movimento è iniziare la pulizia partendo dalle gengive verso il basso così da rimuovere i resti che si depositano sui denti accumulandosi; si continuerà pulendo i molari e le sue scanalature, dove accumulandosi il cibo è molto probabile che si venga a formare la carie, qui si consiglia di aiutarsi con movimenti circolari delle setole.

Infine, dobbiamo continuare con la lingua. Ci sono alcuni spazzolini da denti che presentano incorporata, oltre alle setole, una parte in gomma specifica pe la lingua, anche se molte persone ne ignorano lutilità; se abbiamo spazzolini che non hanno questa parte possiamo effettuare la pulizia della lingua con le stesse setole dello spazzolino da denti.

Infine usiamo il filo interdentale, che garantisce la totale eliminazione eventuali residui inseriti tra i denti e che non siamo riusciti a eliminare con il solito spazzolino; ultimo risciacquo con il colluttorio, per garantire la completa igiene della bocca libera dai batteri gratuiti più a lungo.

Astrologia

Cosa sono le Case Astrologiche

Carissimi amici il nostro viaggio nel mondo dell’Astrologia prosegue senza sosta!  Oggi parliamo delle Case Astrologiche, argomento fondamentale per l’interpretazione di un oroscopo. Spesso, per chi mastica poco di Astrologia, è più facile conoscere qualche nozione riguardo segni e pianeti, piuttosto che sulle Case. Cosa indica questo termine? Le Case sono i 12 settori che suddividono il cerchio zodiacale. Esse procedono in senso antiorario partendo dall’Ascendente. Mi spiego meglio: il mio Ascendente è Bilancia, quindi la mia I Casa è in Bilancia, la II in Scorpione, la III in Sagittario e così via.

Come si evince le Case indicano i 12 settori che suddividono la fascia zodiacale in base all’orizzonte e al meridiano del luogo. Mi voglio soffermare su questa immagine: andiamo a vedere una per uno le voci che ancora non conosciamo.

Case: 12 spicchi che suddividono lo zodiaco.

Medium Coeli o Medio Cielo: è il punto più alto dello zodiaco. Coincide con la posizione che il Sole occupa a mezzogiorno, in rapporto al luogo di riferimento dell’oroscopo.

Imum Coeli o Fondo Cielo: è il punto diametralmente opposto al Medio Cielo.

Ascendente: è il punto di incontro tra l’orizzonte e l’eclittica e determina la I Casa.

Discendente: E’ il punto diametralmente opposto al’Ascendente e coincide con la VII Casa (la Casa dell’Amore).

Io sono Ascendente Bilancia quindi la mia I Casa è in Bilancia. Quale è il segno opposto alla Bilancia? E’ l’Ariete. La mia VII Casa è in Ariete. Cosa ricavo da queste informazioni? L’Ascendente indica come io mi presento agli altri, quindi mi rapporto al mondo esterno da Bilancia. La VII Casa è la casa dell’Amore e delle associazioni in generale; nei legami mi comporto come un Ariete, amo come un Ariete.

Posso affermare  in modo molto riduttivo che conoscendo lAscendente è possibile ricavare in pochi minuti le posizioni di tutte le Case.   La posizione dellAscendente   dipende dalla latitudine del luogo e dall’ora di nascita della persona; la posizione delle Case si ricava in modo accurato e preciso tramite le apposte tavole delle Case.

Osservando vediamo come la linea Ascendente/Discendente delimita i punti che segnano l’inizio della I e della VII Casa. Questa linea raffigura l’orizzonte dello zodiaco, con 6 Case al di sopra (dalla VII alla XII, quindi dalla Bilancia ai Pesci) e 6 al di sotto (dalla I alla VI, cioè dall’Ariete alla Vergine). Potremmo quindi di conseguenza affermare che ad ogni Casa, come si evince facilmente osservando il grafico, corrisponde un segno zodiacale:

 I CasaAriete

II CasaToro

III CasaGemelli

IV CasaCancro

V Casa = Leone

VI CasaVergine

VII CasaBilancia

VIII Casa= Scorpione

IX CasaSagittario

X CasaCapricorno

XI CasaAcquario

XII CasaPesci

Continueremo a parlare delle Case nel prossimo articolo!

Amore

Amore e “Mal-Amore”. Capire la differenza: la storia di Luca

Luca incontra Angelica in un’associazione di volontariato, dove lui da anni dedica gratuitamente un pomeriggio a settimana del suo tempo a favore di minori socialmente disagiati e lei sta appena iniziando lì la stessa attività. Nella vita di tutti i giorni sono invece dei professionisti di successo, lui avvocato affermato con la passione per lo sport e la forma fisica, lei giovane manager in ascesa in un’azienda importante. L’uomo è colpito dalla ragazza non solo per la sua bellezza ed eleganza, ma anche per la sua sensibilità verso i più deboli e ne rimane folgorato: sente di avere finalmente finito la sua lunga “carriera da single” e di avere incontrato la donna della sua vita! Nasce, infatti, un’appassionata storia d’amore che coinvolgerà subito entrambi: hanno tanti interessi in comune, sport, status sociale e al tempo stesso ideali di giustizia sociale. Una coppia che, insomma, per cultura, fascino e successo suscita dall’esterno, un’automatica ammirazione…

Angelica piace molto alla famiglia di lui e anche lui si sente ben accolto dalla madre di lei (il padre invece è sempre stato assente sin dall’infanzia di Angelica dopo la separazione dalla madre). Comunque tutto sembra essere davvero perfetto!

Insieme cominciano a frequentare reciprocamente gli amici dell’altro, contenti di conoscere e condividere ogni cosa che all’altro appartenga e dimostrare a tutti il loro amore. Quasi subito lei va a vivere a casa di lui. Con molto entusiasmo -che riempie di gioia Luca la ragazza si dedica ad abbellire l’abitazione che ora è anche la sua, apportando delle modifiche che ne ingentiliscono l’arredamento originale da lei ritenuto troppo “minimalista”.Con altrettanto entusiasmo Angelica vuole occuparsi del benessere del suo uomo in cucina e nonostante egli sia abituato da sempre a gestirsi da solo, Angelica pretenderà di gestire da sola l’ambito culinario della convivenza, perché sicuramente meglio improntato alla leggerezza e al salutismo. Luca si sente davvero coccolato e al centro dell’attenzione, è davvero lusingato e felice!

Ma dopo qualche mese una sottile sensazione di disagio si comincia ad insinuare in lui. Tutto inizia dopo l’ennesima modifica apportata da Angelica all’arredamento di casa, verso le quali Luca ha sempre avuto molta condiscendenza; ora però si accorge della sparizione di un soprammobile carico di un forte significato affettivo per lui, di cui aveva messo a conoscenza anche la compagna. Chiede spiegazioni ed ella con molta naturalezza spiega che si è disfatta dell’oggetto perché ormai assolutamente disarmonico nell’estetica attuale della casa. Luca dimostra la sua contrarietà in modo civile, ma ad essa Angelica reagisce in modo spropositato con rabbia e insulti nei suoi confronti accusandolo di ingratitudine e denigrando i suoi gusti. L’uomo e’ sconcertato e sorpreso, pensa che forse è lui che si è espresso male, sa che lei vive un periodo di surmenage lavorativo e che forse per questo ha delle reazioni strane perchè troppo stressata. Alla fine è lui che cede e la rabbonisce. Tutto si tranquillizza e la coppia torna a rivivere in un’atmosfera di armonia . Lei è sempre molto premurosa e attenta con lui e lo fa sentire la persona più importante del mondo. Infatti, via via che la loro storia progredisce, lei sembra investire sempre di più nella coppia e sempre meno nel lavoro, nelle amicizie e nello sport e nelle attività di volontariato. E pretende che anche Luca faccia lo stesso; comincia  anche a essere gelosa e controllate rispetto alle amicizie femminili storiche di Luca. Anche la frequentazione dei propri parenti per Luca comincia a diventare un tormento perché Angelica li trova troppo invadenti e inadeguati; comincia a denigrarli con lui, così come ormai fa spesso con tutte le cose a cui lui tiene: il lavoro, i suoi interessi, i suoi amici. Se lui cerca di difendere i suoi spazi e s’impunta, lei fa delle terribili scenate con lancio di oggetti e offese, salvo poi piangere chiedendo scusa e promettendo che la circostanza non si ripeterà; cosa che però viene disattesa puntualmente alla prossima occasione L’uomo è in difficoltà: capisce che la ragazza ha delle fragilità, forse dovute al lavoro, forse dovute a delle insicurezze ereditate dalla sua infanzia ed il suo amore per lei lo porta a non cercare lo scontro contrariandola. Luca non sa come uscirne, comincia a pensare che sarebbe necessario prendersi almeno una pausa di riflessione dal rapporto ma quando accenna all’idea la compagna piange e si dispera minacciando più volte di farla finita. Sempre più con le spalle al muro, l’uomo finisce per isolarsi sempre più: dai propri amici, dalla propria famiglia, dai propri abituali interessi e persino a rinunciare ai propri gusti alimentari visto che è lei a stabilire lo stretto regime alimentare salutista che” fa bene ad entrambi”.

Quando Luca chiede un consulto psicologico su insistenza dei familiari e degli amici più intimi (che ormai lo vedono pochissimo e sono preoccupati per lui), sta con Angelica da un anno ed è andato sottopeso di 10 chili…

Cos’è successo a Luca?

Luca è caduto in una relazione manipolativa!

 Un “MAL-AMORE” scambiato per AMORE.

Una relazione malata, cioè, basata sul possesso, sul controllo, sui sensi di colpa e sul ricatto emotivo invece che sullo scambio, la reciprocità ed il rispetto delle differenze e dei gusti individuali dei partner com’è tipico, al contrario, di una RELAZIONE SANA, quindi Felice.

Ma cosa distingue l’una dall’altra?  Come fare a riconoscere una relazione malata ed eventualmente difendersene? Come imparare ad amare in modo sano? Noi di Puma Web non ne abbiamo la minima idea. Ma se voi avete qualche idea, scrivetela nei commenti.