Psicologia

La fine è solo l’inizio

Precedentemente abbiamo visto quanto l’incontro con l’altro nella relazione intima abbia un effetto positivo su di noi, ci aiuta a scoprire o riscoprire degli aspetti che ci fanno sentire nuovi. Ma cosa accade quando poi la storia finisce?

Quando arriva la fine il panorama dalla finestra cambia inesorabilmente …  il tempo non passa mai, ci sentiamo rallentati,  alla ricerca del nostro ritmo senza l’altro. Nello spazio avvertiamo il vuoto, l’assenza, non sappiamo come riempirlo ora che è di nuovo solo nostro.

Ci sentiamo scarichi, spenti, demotivati, disorientati, senza equilibrio. Di nuovo coinvolti nella stessa dinamica della delusione e del fallimento, una storia vecchia che conosciamo a memoria. Seguiamo tutte le ricette e le istruzioni per il mal d’amore che ci possano far sentire meglio, ma in fondo sappiamo bene, che l’unica via d’uscita è guardare dall’unica finestra che ci può aiutare: quella che si apre su di noi!

Ma sorprendentemente è  in questo momento che iniziamo a sentirci reali. Vivi in un modo diverso. L’Amore non è fatto solo di quegli aspetti positivi che tanto ci attraggono, è pieno di sfaccettature anche spiacevoli, sentirsi reali significa riuscire a guardare ad entrambi questi aspetti, provando ad armonizzarli dentro di noi. Proprio come una musica fatta di tanti suoni diversi, ma che diventano un’unica melodia quando l’ascoltiamo.

Nelle nostre relazioni intime le prove, le tribolazioni, le ombre, le incomprensioni diventano delle potenti possibilità per modificare ciò che noi siamo. Sembra paradossale, ma è così. Soltanto quando siamo stati traditi o abbiamo tradito, quando siamo stati abbandonati o abbiamo abbandonato, ci siamo sentiti giudicati o abbiamo giudicato l’altro, quando l’altro ci ha trascurato o noi l’abbiamo trascurato, abbiamo la possibilità di diventare reali, possiamo cogliere nella loro profondità le mille sfaccettature della vita. La maschera che ci siamo costruiti ben bene crolla e di fronte noi, stavolta, possiamo vedere noi stessi per quelli che realmente siamo.

È una follia odiare tutte le rose perché una spina ti ha punto, abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perché uno è fallito. È una follia condannare tutte le amicizie perché una ti ha tradito, non credere in nessun amore solo perché uno di loro è stato infedele, buttare via tutte le possibilità di essere felici solo perché qualcosa non è andato per il verso giusto. Ci sarà sempre un’altra opportunità, un’altra amicizia, un altro amore, una nuova forza. Per ogni fine c’è un nuovo inizio.

Antoine de Saint-Exupèry, Il piccolo principe